Pubblicato da: italiaintelligente | 14 maggio 2012

L’ITALIA E’ DAVVERO SUL PUNTO DI ESPLODERE?

di Roberto Marzola

Anche l’illuminato Mario Monti si è svegliato. Si è accorto o ha fatto finta di accorgersi che in Italia la tensione sociale sta raggiungendo soglie preoccupanti. E’ sicuramente un passo avanti, dato che fino a poche settimane fa ripeteva in coro con Napolitano che non c’era nulla di cui preoccuparsi. Cosa è cambiato? Forse tutto o forse nulla. Il crescente grido di disperazione degli italiani si poteva sentire sin da quando il capo dello Stato e quello del Governo facevano ancora i gradassi; bastava solo voler credere alle proprie orecchie. Parimenti, la protesta furiosa contro la scure di Equitalia si poteva palpare anche allora; sarebbe stato sufficiente ascoltare quel malcontento e fare qualcosa per ovviare alla situazione. Ugualmente, erano una triste realtà i suicidi da insolvenza. Insomma, il quadro politico, economico e sociale si è solo aggravato. Sono arrivati i sassi e le molotov contro gli uffici di Equitalia; i sequestri di persona per protestare contro le cartelle esattoriali; gli attentati e le minacce contro i manager. Ciò che più mi fa riflettere, però, è che si è cominciato a paventare il pericolo terroristico. Una circostanza molto sospetta quest’ultima, lasciatemelo dire. Sarà forse un caso che un misterioso gruppo eversivo, riconducibile all’area anarchica insurrezionalista, emerge dal nulla e colpisce soprattutto in Grecia ed in Italia, vale a dire i Paesi in cui la crisi dell’Euro e dell’Unione Europea è più forte? E’ una semplice coincidenza che agisca proprio in quegli Stati ove la politica è ormai allo sbando, vuoi perché non si riesce a formare un governo, (vedi la Grecia), vuoi perché ne è stato imposto uno tecnocratico, (vedi l’Italia)? Infine: è una semplice casualità che in entrambi i Paesi le istituzioni reagiscano minacciando l’uso della forza armata, anziché iniziando a prendere sin da subito delle drastiche misure per alleviare il malcontento del popolo? Sono dei sospetti che mi ronzano in testa; che mi portano a pensare che non ci sia proprio nulla di casuale e che si tratti della risposta degli usurai al tentativo di ribellione della gente comune. D’accordo, sono dei semplici tarli e di quegli animaletti hanno per ora l’aspetto e le dimensioni; ma perché non degnarli d’ascolto? In fondo, fino all’altro ieri tutta la situazione era “difficilmente” ipotizzabile, mentre oggi è così dannatamente reale. Vuoi vedere che anche stavolta niente è così impossibile come pare? Per la serie: a pensar male…

da blogspot – ritornoallatradizione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: